I vini abruzzesi
E i vitigni principali

Notizie ed Eventi 12 set 2017

Il territorio abruzzese si estende fra il mare Adriatico e i massicci del Gran Sasso d’Italia e della Majella. È in gran parte montuoso, per circa il 65% della superficie e caratterizzato da un clima di tipo continentale; il restante 35% è rappresentato dai territori collinari e dalla fascia litoranea, caratterizzati da un clima più mite.

La produzione vitivinicola abruzzese è piuttosto attiva e conta una DOCG e ben 13 DOC più svariate IGT. A queste si aggiungono poi alcune produzioni tipiche del territorio, come quelle eroiche dell’alta montagna.

In generale, tutto il territorio della regione beneficia di forti escursioni termiche tra il giorno e la notte che, associate a una buona ventilazione, garantiscono alla vite un microclima ideale per vegetare e produrre uve di straordinaria qualità.

Il vitigno che in questi luoghi riesce ad esprimere il massino delle sue potenzialità è il Montepulciano d’Abruzzo, ormai riconosciuto da anni uno fra i grandi vitigni a bacca rossa d’Italia: rappresenta più della metà della base ampelografica regionale, oltre a essere il vitigno di riferimento della DOC Montepulciano d’Abruzzo, che conta anche la tipologia Cerasuolo. D’altra parte, del Montepulciano d’Abruzzo si hanno testimonianze certe della sua presenza su questo territorio sin dal ‘700.

A fianco di questo grande vitigno a bacca rossa, a rappresentare la storia e la tradizione vitivinicola abruzzese, ne troviamo anche uno a bacca bianca, il Trebbiano d’Abruzzo, che dà origine all’omonima DOC.

A fianco a questi due grandi vitigni ne troviamo altri, sia autoctoni che nazionali che internazionali, che insieme caratterizzano la grande produzione vinicola abruzzese e sono Passerina, Pecorino, Cococciola, Sangiovese, Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Merlot.


Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
vinidimontagna@castelsimoni.it