Decanter
Che cos’è e come si usa

Food&Wine 29 giu 2020

La degustazione di vini di una certa importanza richiede l’utilizzo di una “strumentazione” adeguata.
In primis i bicchieri: assolutamente, ogni tipologia di vino ha il proprio bicchiere, la cui forma e dimensione serve proprio ad esaltarne le caratteristiche e a favorire, quindi, una degustazione soddisfacente.
Secondo poi, nel caso della degustazione di grandi vini rossi, non si può fare a meno di un decanter.

Che cos’è il decanter?
Il decanter è uno speciale contenitore simile ad un’una grande ampolla, in vetro o cristallo trasparente, che serve per la decantazione del vino. Attraverso la sua particolare forma allargata nel fondo e stretta nel collo permette ai vini di ossigenarsi e di sprigionare, così, nel modo migliore, tutte le proprietà organolettiche che definiscono il bouquet aromatico e le sensazioni gustative.

Come si usa il decanter?
Il decanter si usa con i vini rossi, sia giovani che invecchiati. Cambia, però, il modo di utilizzo.
Con i vini invecchiati bisogna prestare molta attenzione al momento del travaso dalla bottiglia al decanter: un vino molto maturo potrebbe presentare un sedimento sul fondo della bottiglia, per cui il travaso servirà proprio a separare il vino dal deposito e sarà, quindi, necessario agire molto lentamente e cautamente. Questo premette, inoltre, di preservare anche l’eventuale “fragilità” di un vino prezioso e molto molto invecchiato.
Con i vini giovani, invece, il travaso deve avvenire in maniera “impetuosa”: in questo modo il processo di ossigenazione si attiverà molto più efficacemente.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
vinidimontagna@castelsimoni.it