Barriques o botti
Ecco quali sono le differenze

Viticoltura 23 apr 2020

Quando si parla di vino è assai frequente sentir citare, fra le varie attrezzature utilizzate per la vinificazione, le barriques e le botti, che sono quei recipienti in legno dove alcuni vini compiono il loro percorso di maturazione e invecchiamento.
Ma barriques e botti non sono esattamente la stessa cosa. In cosa differiscono? Fondamentalmente nelle dimensioni, ma anche nel processo di lavorazione del legno per la loro costruzione e anche per l’utilizzo.

bole:(|• Le barriques)
Sono i cosiddetti “legni piccoli”; ve ne sono di vari tipi, in base alla capacità: barrique di beaujolais da 215 litri; barrique bordolese da 225 litri; barrique borgogna da 228 litri; botticella di Nantes da 230 litri; doppia barrique o Tonneau da 450 fino a 700 litri.
Piena o vuota, la barrique non de¬ve mai poggiare direttamente contro il muro o sul terreno, ma su un appoggio detto calastra, che a sua volta deve posare su un fondo di mattoni o di tavole di quercia a cinquanta centimetri dal suolo.
Il legno utilizzato per le barriques è, generalmente, il rovere francese, che ha una grana fine, data dagli anelli di crescita molto fitti e il processo costruttivo è molto minuzioso e curato.

• Le botti
Le botti sono i “legni grandi”, assieme ai tini e a tutti quei contenitori che hanno una capacità che supera i 1000 litri.
Una botte di medie dimensioni contiene 1500-2000 litri di vino; una botte grande ne contiene 4000-5000 litri.
Il legno utilizzato per le botti è sempre il rovere, molto frequentemente quello di Slavonia, che ha una grana più larga.


Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
vinidimontagna@castelsimoni.it