5 piatti tipici abruzzesi
E a quali vini abbinarli

Food&Wine 23 apr 2020

Uno dei tesori dell’Abruzzo “forte e gentile” è, assieme alla sua natura eccezionale, senza dubbio la sua cucina, di origini povere, semplici, profondamente legata alla cultura contadina e pastorale.
È una cucina saggia e ricca di gusto, in cui sono protagoniste le materie prime di un territorio generoso e di un lavoro dell’uomo antico e sapiente.

Ecco i 5 piatti tipici che incarnano al meglio lo spirito abruzzese e i vini ai quali abbinarli.

1. Le scrippelle
Sono una sorta di frittatine di farina, acqua e uova che servono da base per innumerevoli e diversissimi piatti. Quelle ‘mbusse vengono cosparse di formaggio e servite immerse nel brodo; quelle al forno vengono farcite a mo’ di cannelloni; in alternativa vengono utilizzate nei timballi, al posto della pasta sfoglia.
In abbinamento alle scrippelle proponiamo il nostro Tramè, Traminer aromatico IGP Terre dell'Aquila, un bianco fresco, secco e dai profumi intensi adatto ad accompagnare i primi piatti.

2. Le virtù
Si tratta di un piatto a base di verdure e legumi che si consuma tradizionalmente a maggio, quando la giusta stagione conferisce ai vegetali le migliori virtù, la migliore qualità. Alle verdure si aggiungono poi le carni di maiale “povere”, così come prevede l’antica tradizione: si aggiungono dunque cotiche, orecchie e zampetti cotti separatamente.
Il vino che consigliamo per accompagnare questo piatto è il nostro Altair, Traminer aromatico IGP Terre dell'Aquila, bianco intenso ed elegante perfetto per accompagnare primi piatti e zuppe.

3. La polenta abruzzese
È la classica polenta a base di farina di mais, che però viene servita con un sugo di pomodoro, assieme a salsicce e costine di maiale.
Quale vino abbinare? Vogliamo proporre qualcosa di alternativo e particolare: accompagniamo la polenta abruzzese con un bicchiere del nostro Caratteri rosé, Rosato IGP Terre dell'Aquila, un rosato dal gusto secco e persistente e dai profumi intensi e complessi.

4. Le mazzarelle
Si tratta della coratella di agnello avvolta in foglie di indivia legate con budelline dello stesso agnello. Possono essere cotte sia su un soffritto che in umido e sono d’obbligo per il pranzo di Pasqua.
Per accompagnare il gusto deciso delle mazzarelle consigliamo il nostro Diamante nero, Pinot nero IGP Terre dell'Aquila, un rosso intenso e complesso, caratterizzato da una tannicità setosa.

5. Gli arrosticini
Sono sicuramente il simbolo assoluto della cucina abruzzese. Sono spiedini di carne di pecora tagliata a piccoli tocchetti cotti sulla brace.
Anche gli arrosticini hanno bisogno di un accompagnamento di una certa importanza e struttura, quindi di nuovo consigliamo il nostro Diamante nero, Pinot nero IGP Terre dell'Aquila.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
vinidimontagna@castelsimoni.it